Menu

Separazioni e affidi: gli incontri “protetti”!

Org Il portale italiano degli assistenti sociali. Vi chiedo un aiuto. Devo organizzare delle visite protette tra un minore e i congiunti in quanto questo strumento sembra essere l'unico possibile per tutelare il bambino. C'è già un decreto del TM che incarica noi Servizi Sociali affidatari del bambino di regolamentare le visite. Ora io mi trovo ad aver trovato tale spazio neutro, il più economico rispetto agli altri contattati e quello che creerebbe meno diagio per il minore per via della distanza da casa. Il problema nasce nel momento in cui la mia amministrazione, ben sapendo del parziale risarcimento della Regione, nega l'impegno economico di tale spesa e autorizza gli stessi parenti ad organizzarsi in forma privata per pagarsi tale visite costo educatore e luogo. Questa cosa a mio parere va contro la forma di tutela che l'ente pubblico ha nei confronti dei minori in affido, in quanto in questo caso, ipotizzando la stesura di un contratto tra nonna ed eventuale educatore, si andrebbe a vanificare l'obiettivo dell'inserimento dell'educatore stesso, in quanto connesso e in rapporto contrattuale con la figura della nonna. Voi cosa ne pensate? Possi io scrivere in forma scritta ai miei superiori che sono in disaccordo con tale scelta e dunque mi tolgo ogni responsabilità rispetto queste visite, rimandando a loro le messina bacheva incontri visite e chiamate di lamentela dei familiari che vogliono vedere il minore come incontri protetti al consultorio dal decreto? Fino a dove arrivano i miei poteri? Io il incontri protetti al consultorio l'ho trovato ma non mi sono state date le risorse economiche per poter attuare il mio intervento. A questo punto la responsabilità non dovrebbe passare a loro? Ciao, condivido le vostre osservazioni Marymya, mi chiedo, ma nel tuo servizio non c'è un educatore professionale?

Incontri protetti al consultorio Pol-it Social

Notificami nuovi post via e-mail. COSA Area clinica consultazione,. Gli appelli sul femminicidio: It also tries to support the LGBT community in Italy and victims of domestic violence and many other issues which occur in Italy. Con il tempo si è rivelato tossicodipendente, alcolista, dal carattere impulsivo e violento tanto che in un momento di scontro con la sua compagna ha inscenato un tentato suicidio davanti ai figli pugnalandosi e ferendosi gravemente e rendendo necessario un ricovero al Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura. To prevent automated spam submissions leave this field empty. Invia a indirizzo e-mail Il tuo nome Il tuo indirizzo e-mail. Vi chiedo un aiuto. Articoli Recenti Opportunità Lavorative del C. Il padre di mia figlia da un carcere esce e da uno entra. A cura di Cecilia Guidetti 25 Gennaio

Incontri protetti al consultorio

Tali strumenti si pongono al confine con le misure di contrasto alla povertà e di integrazione al reddito, in risposta ai bisogni di famiglie che si trovano in condizioni di particolare fragilità e vulnerabilità socio-economica. rispetto a quelle che afferivano al consultorio sino . Nell’ultima serie di incontri protetti che ho gestito ho preferito il parco. Ho dato appuntamento al papa’ e al figlio, in mezzo a tanta gente, sulla panchina. Vicini a . La compartecipazione al costo del servizio di Incontri protetti per i Comuni aderenti al Protocollo operativo tutela minori approvato nell’assemblea dei sindaci del rientrano nella contribuzione annuale stabilita dall’Assemblea dei Sindaci in sede di bilancio previsionale di indirizzo. Gli incontri protetti, al monitoraggio e alla protezione di incontri tra figli e genitori che provengono da relazioni difficili in contesti di elevata conflittualit Gli incontri sono gestiti da Consultorio Familiare-Spazio Giovani e Servizio LOOP-progetto Per una Comunità Competente.

Incontri protetti al consultorio